.
Annunci online

SOCIETA'
20 giugno 2009
Nove anni fa
Ebbene si! Sono già passati nove anni dalla prima volta che misi piede in un cerchio. Molte cose sono cambiate da allora.




.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. grazie cerchio arkeon

permalink | inviato da sadal-melik il 20/6/2009 alle 23:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
televisione
22 maggio 2009
SIAMO UOMINI O CAPORALI?
Da un paio di settimane il padre dei miei figli è in trasferta di lavoro, qualche sera fa i bambini più “grandi” dormivano, io dovevo allattare la piccola, ho messo un dvd a casaccio e mi sono sdraiata sul letto con lei attaccata al seno. Mi sono imbattuta in uno dei circa duecento film di Totò, precisamente “Siamo uomini o caporali”, gradevole ma, in fondo, visto diverse volte. Stavolta però mi sono soffermata a riflettere su una scena: quella in cui il protagonista, in uno dei suoi tentativi di sbarcare il lunario, viene raggirato dal direttore di un giornale scandalistico che lo induce a dichiarare il falso.

Purtroppo non trovo su youtube quella sequenza, perciò provo a descriverla. Totò viene spacciato per il supertestimone di un omicidio, i giornalisti, per convincerlo che non sta dichiarando il falso, gli spiegano che avrà pur visto passare qualche auto nel corso della sua vita; che almeno una di queste auto sarà stata di colore scuro; che almeno un cadavere l’avrà visto nella sua vita. E siccome lui risponde affermativamente a ciascuna di queste domande diviene, per l’opinione pubblica, il testimone che ha visto l’omicidio.

Ora, se trasportiamo questa situazione cinematografica al caso Arkeon, ecco spiegato come si è arrivati a formulare accuse completamente false, che spaziano dalle violenze sessuali, agli abusi sui minori, dall’associazione che separava le famiglie, all’associazione che “curava” (?) i gay, ecc. ecc.

CULTURA
19 maggio 2009
Il caso Arkeon
Segnalo il sito  Il caso Arkeon .
Praticamente una verità diversa da quella propinataci dai media.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. media verità caso arkeon

permalink | inviato da sadal-melik il 19/5/2009 alle 15:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sentimenti
14 maggio 2009
Un po' di nostalgia
 

Sono un po’ di giorni che tento di scrivere questo post ma non riesco a terminarlo perché ogni volta l’ultima arrivata mi reclama, se non è lei sono i suoi fratelli. Ma non importa, lo scrivo un po’ alla volta, prima o poi lo pubblicherò.

Approfittando del ponte del primo maggio abbiamo deciso di fare una gita in quel di Ostini, allo Spagnulo. Erano quasi 3 anni che non ci recavamo lì, l’ultima volta poi non fu nemmeno per seguire un intensivo ma ci recammo l’ultima giornata di uno di questi incontri per stare un po’ con gli altri. Mi sembrava di non aver mai lasciato questo posto, per inciso, di non aver mai lasciato il cerchio. È rimasto tutto più o meno uguale, a parte il tempio, che abbiamo visto dal di fuori, attraverso i vetri, che ci è sembrato ormai abbandonato e un po’ allo catafascio; e l’uliveto, che non siamo riusciti a vedere perché chiuso.

La prima volta che mi recai in quel luogo, circa 8 anni fa, ero una donna completamente diversa da ora, con le miei paure, le mie ansie, ma soprattutto SOLA. È stato molto emozionante tornarci con tutta la mia famiglia, sempre più numerosa[1]. È stato emozionante rivedere quei luoghi dove insieme agli altri ho pianto, riso, condiviso. Abbiamo anche raccontato al maggiore dei nostri figli che fu proprio in quel luogo che ci accorgemmo che lui c’era, che viveva in me.

Devo molto a quel luogo, devo molto alle persone che hanno condiviso con me il percorso. E oggi voglio ringraziare tutti, anche quelli che hanno scelto di essere fuori dal cerchio.


[1] Vabbè, abbiamo detto che non crescerà ulteriormente ma… chi può mai stabilirlo con certezza?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. grazie ostuni cerchio percorso spagnulo

permalink | inviato da sadal-melik il 14/5/2009 alle 15:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
vita familiare
12 aprile 2009
6 aprile 2009
 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nascita

permalink | inviato da sadal-melik il 12/4/2009 alle 16:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
vita familiare
19 marzo 2009
Auguri a tutti i papà

Talvolta mi capita di lamentarmi di essere finita a vivere in un paesino del sud, per molti versi retrogrado e con una mentalità ancora chiusa. Ma ci sono anche aspetti positivi in questo. Qui ad esempio non siamo ancora arrivati a quanto raccontato da un arkeoniano, come ricordavo rispondendo a un post di questo blog.
Qui la festa del papà è ancora sentita, così come è sentita la figura di San Giuseppe
.
Qui nelle scuole le insegnanti ancora fanno preparare il lavoretto per il papà e insegnano agli alunni una poesia per la ricorrenza.
Certamente anche qui al sud si va verso la tendenza ad eliminare il padre. Ricordo alcuni anni fa, quando nostro figlio maggiore frequentava ancora il nido. Avevano organizzato una festa serale per papà e bambini. Beh! Mio marito mi raccontò che a quella festa erano presenti anche molte mamme insieme ai loro mariti. Praticamente una forma di controllo sul rapporto padre-figlio.
Ma per fortuna ancora rimane molto, qui, della figura paterna.
Nostro figlio maggiore era felicissimo questa mattina di andare a scuola per ultimare il lavoretto da consegnare al suo papà e ripassare la poesia. Nostra figlia purtroppo in questi giorni è influenzata e a scuola non va, il regalo al papà lo ultimerà e consegnerà in ritardo ma con il cuore glielo ha già consegnato.
E anch'io, nonostante non sia una bambina, ho fatto gli auguri oggi al nonno dei miei figli.
Volevo riservare un pensiero a tutti quei papà che sono lontani dai propri figli. Sia fisicamente
[1], sia solo con lo spirito, con il cuore.                                                             



[1] E’ il caso ad esempio di un mio cugino, che ha avuto un bambino con una donna straniera, la quale poi ha pensato bene di portare il bimbo nel suo paese natale e non farlo più vedere al suo papà.

CULTURA
13 marzo 2009
Chi è che plagia?
Sono alcuni mesi che cerco di scrivere alcune riflessioni nel mio blog ma non ci riesco. Vuoi perchè anch'io sono ormai satura di questa vicenda, vuoi perchè sono presa da altro (mancano circa 25 giorni alla mia d.p.p., anche qualcosa di meno considerando la mia tendenza ad anticipare).
Colgo però la palla al balzo, partendo
dal post di questo blog per lanciare degli imput, magari qualcun'altro avrà voglia di raccogliere queste mie riflessioni e scrivere lui/lei qualcosa di più ampio in merito.
Di tanto in tanto mi giunge la notizia che persone che erano molto dento il lavoro di Arkeon, che ad Arkeon devono molto, improvvisamente hanno iniziato ad avere dubbi e sono arrivati a rinnegare tutto quello che avevano costruito, a sostenere che quella studiosa ha ragione nel dire che siamo stati plagiati.
Ora, per quanto concerne l'avere dubbi, nulla di strano. Ammetto che anche mio marito e io qualche dubbio lo abbiamo avuto, ci siamo posti delle domande e ci siamo dati delle risposte. Ma, proprio perchè non ci riteniamo plagiati, abbiamo concluso che la studiosa ha torto. Noi gran parte di ciò che siamo, di ciò che abbiamo ottenuto, lo abbiamo ottenuto grazie al lavoro con Arkeon.
Ora davvero non riesco a capire come persone che sono uscite, attraverso il lavoro, da situazioni pesantissime (ex, tossicodipendenze), che hanno costruito delle famiglie, possano arrivare a pensare che sia stata tutta un'illusione, tutto un inganno.
Allora mi viene spontanea una domanda. Non è che chi plagia è la studiosa?







Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. plagio arkeon tinelli

permalink | inviato da sadal-melik il 13/3/2009 alle 21:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
vita familiare
3 dicembre 2008
I figli maschi andranno per la loro strada. Le figlie femmine, almeno una, si occuperanno dei genitori
Almeno questa è l'opinione che sento spesso. Veramente la Bibbia dice "lascerete vostro padre e vostra madre per essere una sola carne" e si rivolge tanto agli uomini quanto alle donne.
Ma non è così che poi la pensano molti.
Due signore mi incontrano in paese, mi chiedono come procede la nuova gravidanza e se ho già saputo il sesso. Sapendo che è una femmina commentano: "Meglio così. Ora ne hai due. Così almeno una resterà con voi genitori quando invecchierete".
Sono rimasta così . Cioè, dovremmo sacrificare una delle nostre figlie?
Noi quello che desideriamo, per tutti e tre, è che si costruiscano una propria famiglia, che siano felici. Potrebbero trovare lavoro o comunque la loro felicità in un luogo lontano da dove noi stiamo.
E poi, chissà, magari sarà proprio il figlio maschio l'unico a rimanere ad abitare nelle nostre vicinanze, quindi anche quello che, in caso di necessità, ci sarà maggiormente vicino. Ovviamente senza nulla togliere alla sua futura compagna e ai loro futuri figli; che, in ogni caso, verranno prima di noi.
Eppure questo concetto della figlia femmina da delegare a bastone della vecchiaia lo vedo ancora molto presente.
DIARI
17 novembre 2008
Auguri
 a un amico che compie gli anni oggi, una persona che ha significato e significa molto per la nostra famiglia e senza la quale probabilmente la nostra famiglia non si sarebbe mai formata.
Taluni definiscono questa persona un maestro, qualcun altro un po' più spregiudicatamente e con, a mio parere, cattiveria, lo ha appellato guru   (). 

Per noi è innanzitutto un amico sincero, forse a volte persino un po’ troppo sincero ma non è forse così che un vero amico deve essere?

Forse non sarò mai in grado di ringraziarlo abbastanza, e la gente per questo continuerà a dire che sono plagiata. Ma se essere plagiati significa avere un compagno che mi ama alla follia, due bambini meravigliosi e un’altra bimba in arrivo[1]… allora ben venga questo plagio



[1] Già, non ve l’ho detto. Sembrerebbe una bambina


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ringraziamenti auguri cerchio compeanno

permalink | inviato da sadal-melik il 17/11/2008 alle 11:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sentimenti
8 novembre 2008
A chi sono fedele? - Aggiornamento
Erano giorni che non avevo più avuto modo di vedere la mia amica e che con altre mamme, quando ci incontravamo a scuola, ci chiedevamo come era andata a finire, se il ricorso alla scienza avesse funzionato.
L'ho vista giorni fa, purtroppo anche la scienza per ora fallisce.
Ma indovinate in compagnia di chi era? Forse del marito?
Ma de che...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scienza gravidanza madri figlie

permalink | inviato da sadal-melik il 8/11/2008 alle 16:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 184133 volte




IL CANNOCCHIALE